IOS7: Dizionario italiano e sintesi vocali

IMG_0459

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il recentissimo aggiornamento dei dispositivi Apple ad IOS 7, porta alcune piccole novità per quanto riguarda le sintesi vocali e i dizionari.

Di ogni sintesi vocale è infatti possibile scaricare una versione che il sistema definisce Qualità avanzata che richiede però maggiore spazio sul dispositivo. Il percorso per installarle è il seguente:

Impostazioni->Generali->Accessibilità->Pronuncia selezione->Voci. A questo punto dovrete selezionare la lingua desiderata e spuntare Qualità avanzata.

Per quanto riguarda l’utilizzo della sintesi vocale anche in funzione multilingua vi rimando all’articolo in cui sono già stati trattati questi temi.

 

Dizionari 

Altra novità sono i dizionari, finalmente presenti in altre lingue, ma che necessitano di installazione. In un’app che prevede la selezione del testo selezionate un termine, quindi cliccate su Definisci. Si aprirà una finestra che vi restituirà il messaggio Nessuna definizione trovata. Nella stessa finestra in basso a sinistra selezionate Gestisci e a questo punto vi si presenterà la lista dei dizionari disponibili tra cui anche quello Italiano. Ora dovrete solo cliccare sulla nuvoletta per effettuare il download e il dizionario risulterà funzionante.

Open Texbooks, idee su come crearli con WordPress o MediaWiki

open textbooks

open textbooks 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultimamente mi sto interessando agli Open Textbooks, libri di testo open source forniti gratuitamente o senza scopo di lucro dagli autori. La mia attenzione si sta concentrando sugli strumenti per crearli e in particolare su alcuni plugin di WordPress e MediaWiki che permettono di esportare siti o parti di essi in formato pdf, epub ed xml, generando così un libro vero e proprio. Non appena avrò avuto modo di testarli ne parlerò più approfonditamente nel blog.

Riporto intanto una breve ma chiarissima presentazione sull’argomento di Scott Leslie di Edtechpost

Addio ai testi scolastici cartacei? Non proprio…

libro

libro


 

 

 

 

 

La circolare Miur n. 18 del 9 febbraio 2012 sta già suscitando alcune polemiche. Il provvedimento invita infatti le scuole a sostituire i testi che prevedono esclusivamente la versione cartacea con quelli misti o interamente “scaricabili”.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio di cosa si tratta. Si legge infatti:

1. Le adozioni da effettuare nel corrente anno scolastico, a valere per il 2012/2013, presentano una novità di assoluto rilievo, in quanto, come è noto, i libri di testo devono essere redatti in forma mista (parte cartacea e parte in formato digitale) ovvero debbono essere interamente scaricabili da internet. Pertanto, per l’anno scolastico 2012/2013 non possono più essere adottati né mantenuti in adozione testi scolastici esclusivamente cartacei.

Sembrerebbe quindi un’indicazione riservata esclusivamente ai testi in nuova adozione, ma segue:

1.1. I libri di testo in adozione dall’anno scolastico 2008/2009 (in cui ha trovato per la prima volta applicazione la legge n. 169/2008) devono essere sostituiti da testi in forma mista o scaricabili da internet, nel caso in cui siano in forma interamente cartacea. 

Questo punto sembra invece riferirsi proprio ai testi già in adozione che non rispettano i requisiti sopra indicati.

In rete già si parla di costi aggiuntivi per le famiglie, colpo al mercato dell’usato e di testi che ogni anno verranno aggiornati per costringere gli alunni a cambiarli, come sostiene Repubblica.

Ma andranno davvero così le cose? Io ho provato a riflettere su alcune questioni.

Non è vero che la maggior parte dei testi scolastici non esiste in versione digitale, è semmai vero che essa non viene fornita a tutti al momento dell’acquisto. Chi infatti come me lavora con ragazzi con disturbi specifici dell’apprendimento sa bene che per fortuna, di tantissimi libri è possibile richiedere la versione in pdf, ma solo in presenza di una certificazione o di una segnalazione. È superfluo ricordare che queste risorse devono essere utilizzate solo dai destinatari e non possono essere copiate per questione di copyright. Lavorare anche (non esclusivamente) su un libro digitale potrebbe portare vantaggi a tutti gli studenti e aiuterebbe coloro che già ora li usano in classe a sentirsi meno isolati e non degli “osservati speciali”. Favorirebbe inoltre l’avvento di quella tanto auspicata (e da molti avversata) “rivoluzione digitale” nella scuola.

Altra questione è quella dell’aggiornamento annuale dei testi, così da rendere inservibile quello appena acquistato. Di fatto però, anche se ciò avvenisse, nella circolare non si obbliga la scuola ad avere ogni anno la versione aggiornata, o almeno non lo si desume da questo documento; quindi una volta scaricato il libro, lo si potrà utilizzare per tutta la durata dell’adozione. Inoltre la nota non costringe nessuno ad usare il testo digitale, ma impone piuttosto l’adozione di un’edizione mista; sarà poi l’insegnante a scegliere con quale delle due i ragazzi dovranno confrontarsi. Motivo questo per cui il mercato dei libri usati continuerà ad esistere e i fratelli più grandi potranno “passare” i loro libri a chi verrà dopo di loro.

Ciò che spaventa alcuni editori è forse il timore di una nascente pirateria dei testi scolastici? Di questo tema molto delicato si sta dibattendo tanto in questi giorni di prese di posizione pro e anti ebook, come dimostra ad esempio tutta la rassegna stampa dedicata ad If Book then. Ma di fatto anche fare le fotocopie di un testo scolastico significa violare la legge, per quanto è evidente che risulta molto più immediato diffondere illegalmente un file che una copia cartacea.


Chi non si pone nemmeno più questo problema è la rete di Book in Progress, che si auto produce i testi.

Per concludere.

La circolare è quindi rivolta solo agli insegnanti? O è forse piuttosto un invito alle case editrici che ancora non lo fanno, a rendere disponibili (non gratuiti) i libri in formato digitale a chi ha già sborsato delle somme considerevoli per acquistare le edizioni cartacee? Chi non lo farà infatti rischierà di vedere scartati i propri testi.

MediaLibraryOnLine, la biblioteca digitale in rete

medialibraryonline

medialibraryonline

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oggi ho finalmente potuto provare il servizio MediaLibraryOnLine, la biblioteca digitale in rete.
MediaLibraryOnLine è infatti un archivio digitale che contiene ebook, musica, video, quotidiani e molte altre risorse.
Per poter usufruire del servizio è necessario essere iscritti a una delle biblioteche italiane che aderiscono al progetto e richiedere un account gratuito (io l’ho ottenuto dalla Biblioteca Sala Borsa di Bologna).
Così come oggi ci si reca in biblioteca per richiedere in prestito un libro o un supporto audio e video, allo stesso modo, ma online, è ora realtà il prestito di ebook o il download di quelli open.
Gli ebook sono compatibili anche con iPhone, iPad (con Bluefire) e dispositivi Android (Aldiko).
Un’altra importante novità di MediaLibraryOnLine è costituita da Free MP3 Download, ossia la possibilità di scaricare fino a 3 tracce a settimana gratis dal catalogo Sony in maniera del tutto legale.

Di seguito si riporta la dettagliata descrizione dei contenuti, come esposto nella guida:

4.1 Audio (Open, Streaming, Mp3 Downolad)

Le risorse audio su MediaLibraryOnLine compongono una collezione varia e molto ampia. Centinaia di generi musicali, in streaming e in download, album storici di compositori classici, tracce audio, registrazioni originali e molto altro.

Le tipologie di risorse audio sono tre:

AUDIO OPEN
Risorse Open Access selezionate dalla rete. Tracce musicali o interi album, indicizzati da biblioteche digitali o progetti di digitalizzazione: migliaia di tracce sonore e album di compositori classici, storici audio selezionati dai portali RAI, tracce in lingua inglese dei più diversi generi musicali, radio online tra cui Virgin, BBC e tutti i canali RadioRai.

AUDIO STREAMING
Oltre 65.000 album musicali ascoltabili direttamente dal tuo computer. Una vastissima banca dati di musica jazz, classica, blues, rock e molto altro, attraverso cui riscoprire storici capolavori. Ma anche un vasto archivio in cui navigare alla scoperta di nuovi generi musicali.

MP3 DOWNLOAD
Il servizio di MediaLibraryOnLine per il download di tracce musicali. Con Free MP3 Download puoi scaricare e conservare fino a tre canzoni a settimana dall’intero catalogo Sony distribuito in Italia, 500.000 canzoni che presto verranno integrate con altri 3 milioni di tracce da etichette indipendenti italiane e internazionali. Un modo moderno, gratuito e legale per ottenere la tua musica preferita attraverso la tua biblioteca.
(Per maggiori dettagli su Free MP3 Download, vedi il FOCUS in fondo alla guida).

4.2 E-book (Open, Leggi online, Ebook Download)

Proprio come per le risorse audio, anche le migliaia di e-book disponibili su MediaLibraryOnLine si possono suddividere in tre tipologie:

E-BOOK OPEN
Oltre 30.000 e-book ad accesso aperto selezionati da progetti di digitalizzazione come Internet Archive, Progetto Gutenberg, Liber Liber, Logos Library e molti altri. Un vastissimo archivio di fiabe, racconti, letteratura straniera in lingua originale e letteratura italiana.

LEGGI ONLINE
Circa 7.500 e-book in streaming dai cataloghi di tantissimi editori italiani: Morellini, Liguori, Sossella, Laterza, Guaraldi, Il Saggiatore, sono solo alcuni dei moltissimi nomi. All’interno di questa tipologia troverai tutti gli e-book fruibili direttamente dallo schermo del tuo PC. Ti basterà trovare il libro che vuoi prendere a prestito e cliccare “Leggi Online”.

E-BOOK DOWNLOAD
Migliaia di bestsellers e classici della letteratura italiana e straniera in prestito per 14 giorni sul tuo computer o sul tuo dispositivo mobile. I cataloghi digitali di Feltrinelli, Garzanti, Rizzoli, Longanesi, Guanda, Adelphi, Bompiani, Fazi Editore e molti altri, scaricabili in modo semplice e legale.

4.3 Le altre tipologie

Oltre alle migliaia di risorse Audio e Ebook, su MediaLibraryOnLine puoi trovare molte altre tipologie di contenuti.

QUOTIDIANI E PERIODICI
Testate nazionali (Corriere della Sera, Gazzetta dello Sport, Repubblica, La Stampa, ecc) e internazionali (The Guardian, The Washington Post, Le Monde, ecc) leggibili ogni giorno nella loro versione cartacea digitalizzata. Una vastissima edicola di oltre 1.700 titoli che ti permette di consultare ogni giorno, dal tuo PC, le pagine delle maggiori testate del mondo.

AUDIOLIBRI
Un modo nuovo e in rapida ascesa di concepire la lettura: l’audiolibro. Su MediaLibraryOnLine puoi trovare bestseller e classici della letteratura italiana e straniera letti ad alta voce da famosi attori e lettori professionisti.

VIDEO
Un’ampia collezione di film storici, documentari, filmati originali di eventi e manifestazioni, tutti visionabili in qualsiasi momento direttamente dal tuo portale.

BANCHE DATI
Una ricca raccolta di archivi che organizzano dati tematici di vario genere. Potrai effettuare ricerche e trovare numerose informazioni di natura giuridica, economica o linguistica.

E-LEARNING
Corsi di formazione online, pensati per essere seguiti direttamente al computer, che utilizzano immagini, animazioni e suoni.

IMMAGINI
Raccolte di documenti iconografici, fotografie, disegni e materiali storici. Album e materiale fotografico condiviso da grandi operatori culturali come biblioteche, musei o gallerie d’arte.

 

Questo servizio si rivela di fondamentale importanza per coloro che vivono in zone disagiate o che comunque non hanno la possibilità di accedere agevolemente alle risorse delle più importanti biblioteche. In questo link trovate la lista delle istituzioni che attualmente aderiscono al progetto, con la speranza che diventino sempre più numerose e che condividano sempre più materiale.

 


 

LeggiXme, software gratuito per problemi di lettura e scrittura

LeggixMe

LeggixMe

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LeggiXme è un software gratuito per Windows che permette, attraverso la sintesi vocale, di facilitare la lettura e la scrittura.
Realizzato da Giuliano Serena ed in costante aggiornamento e miglioramento, rappresenta una validissima alternativa ai sintetizzatori vocali a pagamento presenti sul mercato.
L’interfaccia semplice ed intuitiva permette di ascoltare qualsiasi testo che venga selezionato, con la possibilità di importarlo in un text editor o di esportarlo in mp3.

LeggiXme integra anche un lettore di pdf per i libri digitali, una calcolatrice “parlante” ed il traduttore di Bing.
Importante: affinché il software funzioni correttamente sarà necessario che sul pc sia già installata una sintesi vocale.

Distribuito con la chiavetta PRO DSA dell’USR Emilia Romagna, LeggiXme costituisce un ottimo strumento compensativo in presenza di disturbi specifici dell’apprendimento.
Prossimamente pubblicheremo dei video tutorial per approfondire l’utilizzo di questo software.

Qui di seguito il link al sito di Giuliano Serena: LeggiXme